mercoledì 20 marzo 2019

Divieto d'infanzia. Psichiatria, controllo, profitto. - 5 aprile a Firenze






FIRENZE VENERDì 5 APRILE c/o Ateneo Libertario in borgo Pinti 50r


alle ore 18 il Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud
Presenta:


“DIVIETO D’INFANZIA.Psichiatria, controllo, profitto.”
a cura di Chiara Gazzola e Sebastiano Ortu, edizioni BFS


Saranno presenti gli autori.


a seguire Cena Sociale

______________________________________________

lunedì 18 marzo 2019

Le istituzioni dell'agonia. Ergastolo e pena di morte di Nicola Valentino a Pisa e Livorno


Il Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud e il Teatro Officina Refugio presentano:

“LE ISTITUZIONI DELL’AGONIA. Ergastolo e pena di morte” di Nicola Valentino, Edizioni Sensibili Alle Foglie

Sarà presente l’autore

GIOVEDì 21 MARZO a LIVORNO ore 18 c/o il Teatro Officina Refugio, Scali del Refugio 8 

VENERDI’ 22 MARZO PISA ore 17 c/o aula magna Facoltà di Scienze Politiche in via Serafini 3 


Per info: antipsichiatriapisa@inventati.org

giovedì 28 febbraio 2019

Zero Project Award 2019 per lo sviluppo dell'l'autodeterminazione e il miglioramento dell'accessibilità - PO-Skåne - Maths Jesperson


Una articolo (in italiano) del progetto dell'Ombudsman Personale, di Maths Jesperson:
https://www.ilcappellaiomatto.org/2018/09/maths-jesperson-lombudsman-personale.html#more.

Un articolo sul progetto di auto-aiuto di Maths Jesperson:
https://www.ilcappellaiomatto.org/2015/08/auto-aiuto-per-liberarsi-dalla-diagnosi.html


Alla cerimonia di premiazione giovedì sera [22/2/2019] alle Nazioni Unite di Vienna io, per conto di PO-Skåne, ho ricevuto uno degli Zero Project Award 2019, da parte del fondatore della Essl Foundation Martin Essl e dal direttore del programma Michael Fembek.

"PO-Skåne - Personal Ombudsman è stato selezionato come una delle 66 pratiche innovative, dalla commissione giudicatrice del progetto Zero, rinomati esperti della disabilità e dell'accessibilità. Esemplare nei settori dell'innovazione, dell'impatto, delle possibilità di crescita e successo a lungo termine e della socialità, gli Ombudsman Personali migliorano l'autodeterminazione ed è eccezionale nel fornire una soluzione pratica per migliorare l'accessibilità per le persone con disabilità. "Michael Fembek mi ha sussurrato che "deve essere la quarta o la quinta volta che ricevete il premio ..." Ma in realtà è la prima volta che PO-Skåne lo riceve.

La prima volta che sono stato a Vienna a presentare PO-Skåne ad una conferenza di Zero Project, come uno dei progetti innovativi scelti, non c'è stata alcuna cerimonia di premiazione. E la seconda volta - che è stata la prima volta che ho ricevuto il premio - non è stato per conto di PO-Skåne, ma come rappresentante dell'intera comunità di personal ombudsman in Svezia, e della politica governativa [svedese] che rende possibile il sistema dell'ombudsman personale.

 Ecco il link della cerimonia di premiazione:

mercoledì 27 febbraio 2019

Il Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud presenta presso il CSOA SARS di Viareggio "Divieto d'Infanzia" - 7/3/2019


Contenzioni - Contenciones. 24 abril 2018, "Un año sin respuestas" -




 Concentración #0Contenciones en Oviedo @TPAnoticias
24 abril, aniversario del fallecimiento de una joven de 26 años, atada a la cama en Psiquiatría del @HUCA_asturias
NI UNA MUERTE MÁS
BASTA DE MALTRATO CUERDISTA
¡DERECHOS HUMANOS, TAMBIÉN EN PSIQUIATRÍA!

Giancarlo Arnao - Una lezione di buon senso



Uscire dalla soffitta. Utenti e ex-utenti della psichiatria ne parlano in una trasmissione sugli operatori psichiatrici.


Un video con interviste di utenti, ex-utenti e sopravvissuti alla psichiatria delle Asturie, Spagna: "Asturias semanal. Bajar del desván" - trasmissione televisiva del 23/2/2019
https://www.rtpa.es/

Uscire dalla soffitta.
Con le nostre stesse voci, facce e nomi. Un'ora di follia (e della sua medicalizzazione) dalla tv regionale delle Asturie.
"Ci tocca. È ora che parliamo noi. E che ci si ascolti".
A ripensare tutto. Questo è appena iniziato...

Tom Corominas
https://www.facebook.com/wolfsom 

lunedì 18 febbraio 2019

La maratona infinita di VINCENZA SICARI: “La cosa che mi manca di più è vivere e correre. Aiutatemi a capire da quale malattia sono affetta e a trovare una cura". CHI L’HA VISTO? le ha dedicato un servizio



ARTICOLO ORIGINALE: 

https://spettacolomusicasport.com/

Il calvario di Vincenza Sicari, 39 anni, ex maratoneta azzurra, ventinovesima alle Olimpiadi di Pechino 2008, che negli ultimi quattro anni ha girato oltre 30 ospedali italiani, paralizzata dal tronco in giù per una malattia degenerativa neuromuscolare mai diagnosticata, purtroppo non ha ancora avuto un lieto fine.
Quattro anni passati da un nosocomio all’altro, come se fosse un pacco postale che nessuno vuole ritirare, in un assurdo e inutile giro d’Italia, senza una diagnosi precisa per la malattia da cui è affetta, da alcuni medici addirittura fatta passare per “malata psichiatrica”, nonostante la diagnosi effettuata dal Professor Mariani dell’Istituto Sacco di Milano, che dopo aver sottoposto l’ex atleta a due biopsie muscolari ha confermato l’esistenza di una malattia degenerativa.
vincenza
Vincenza si trova all’ospedale di Frascati, a cui è stata trasferita dopo essere stata ricoverata per molti mesi a Padova senza essere sottoposta agli accertamenti e alle cure necessarie e dove le è stato addirittura fatto un Tso con la forza. Altre strutture italiane che sono state contattate si sono rifiutate di accogliere l’ex atleta.

STO MORENDO AIUTATEMI: DRAMMA PER L’ATLETA ITALIANA