lunedì 26 giugno 2017

Daniele Farina: DISCUSSIONE SULLE LINEE GENERALI DELLA PROPOSTA DI LEGGE DI INTRODUZIONE DEL DELITTO DI TORTURA

NESSUNO DEVE ESSERE SOTTOPOSTO A TORTURA O TRATTAMENTO INUMANO E DEGRADANTE by: https://graybeardtrail.com/2012/06/26/june-26-tweet-in-to-stop-torture/

 DISCUSSIONE SULLE LINEE GENERALI DELLA PROPOSTA DI LEGGE DI INTRODUZIONE DEL DELITTO DI TORTURA:

Grazie, Presidente. “Quello che affrontiamo è l'esito naturale seppur tardivo della ratifica operata quasi vent'anni fa dal nostro Paese della Convenzione delle Nazioni Unite ma è anche un segnale a contrasto di quanti hanno legittimato la tortura in nome di un presunto conflitto di civiltà e della guerra preventiva quasi che Abu Ghraib fosse un prezzo necessario o quanto accade nelle celle di Guantanamo fosse un male minore, segnale in opposizione a quanti non hanno ravvisato nei giorni drammatici di Genova 2001 la creazione di una voragine, di un vulnus grave nei diritti fondamentali e nelle libertà costituzionalmente garantite”. Qualcuno, colleghi, avrà notato che date e nomi non tornano e infatti correva l'anno 2006, il mese di dicembre, e le frasi precedenti fanno parte della dichiarazione finale di voto dello stesso tentativo di introdurre nel nostro ordinamento il delitto di tortura.

Biblioteca di Talamona 30 giugno 2017 con Il Piccolo Principe


giovedì 22 giugno 2017

Diego Fusaro: La retorica del disagio. Come nascondono le contraddizioni...

Presentazione del libro "Elettroshock" a Piacenza il 23/06/2017

da http://telefonoviolapiacenza.blogspot.it/

http://telefonoviola.org/ 

TELEFONO  VIOLA  di  PIACENZA organizza:

VENERDI'  23  GIUGNO

presso la COOPERATIVA INFRANGIBILE - via Alessandria 16 - PIACENZA

ore 20  BUFFET VEGAN DI AUTOFINANZIAMENTO

ore 21  BREVE PRESENTAZIONE TELEFONO VIOLA
           
           PRESENTAZIONE del libro "ELETTROSHOCK"
           La storia delle terapie elettroconvulsive e i racconti di chi
           le ha vissute.  ed.Sensibili alle Foglie

        sarà presente il COLLETIVO ANTIPSICHIATRICO ANTONIN ARTAUD-Pisa


In allegato la locandina

TELEFONO VIOLA -Piacenza
linea d'ascolto contro gli abusi della psichiatria
e per liberarsi dalla morsa psichiatrica


www.telefonoviolapiacenza.blogspot.it   www.telefonoviola.org


Intervista del Cappellaio Matto: Giorgio Antonucci parla di Dante Alighieri



venerdì 16 giugno 2017

Chiara Gazzola - Scemi di guerra

George Grosz: "Prost Noske! La giovane rivoluzione è morta!



SCEMI DI GUERRA

Il Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud di Pisa, dopo una preziosa pubblicazione edita da “Sensibili alle foglie” sulla storia dell'elettroshock – ora riammesso a pieno titolo nei protocolli medici sotto le mentite spoglie di TEC (terapia elettroconvulsivante) –, con questo opuscolo autoprodotto aggiunge un altro tassello sulle implicazioni di questo metodo di tortura. Il contesto analizzato è quello bellico, con uno sguardo particolareggiato alla I guerra mondiale. La ricerca è firmata da Marco Rossi che ribadisce “la complice amicizia con il Collettivo pisano e il gruppo Kronstadt di Volterra”: quest'ultima città ospitò infatti, qualche mese fa, un dibattito pubblico su questo tema.

Recensione di Chiara Gazzola dell'opuscolo "Correnti di Guerra" dalla rivista Sicilia Libertaria - giugno 2017



Sotto il link alla versione pdf da scaricare dell’opuscolo di Marco Rossi “Correnti di guerra”.

Sulla psichiatria militare e l’uso della corrente elettrica durante la prima guerra mondiale, autoprodotto dal Collettivo Artaud.


La psichiatria nasce con l'intento di dare una veste scientifica al controllo di tutti i comportamenti giudicati forme di criticità, in quanto potrebbero minare la quiete sociale pianificata da ogni potere politico-economico. Avviene così, ancor oggi in maniera sistematica soprattutto per le diagnosi inserite nei DSM (i manuali delle malattie mentali redatti negli USA), che le condotte anomale vengano tradotte nei termini di patologie mediche, in assenza di test oggettivi che le comprovino.

Enzo Jannuzzi presenta Il Piccolo Principe a Milano il 18 giugno


Enzo Jannuzzi presenta Il Piccolo Principe a Melzo sabato 17 giugno


giovedì 15 giugno 2017

Indian Health Society's Centre for Mental Health Law & Policy


http://cmhlp.org/team

Human Rights

If you are curious about how human rights can influence your practice as a mental health professional, a policy-maker, administrator, service provider or activist then this diploma is for you. This diploma will equip you with a wealth of knowledge, tools and resources so that you can play an active part to ensure that the rights of people with psycho-social (mental health) disabilities are better respected.
We are at a turning point in international recognition of the rights of people with mental disabilities. This diploma will enable you to understand the U.N. Convention on the Rights of Persons with Disabilities and other international standards, to critically analyse your country legislation, and to provide concrete recommendations for change to your government’s laws and policies.
Participants in the diploma program include mental health professionals, legal advocates, government administrators, mental health service users and carers. This diploma provides a unique environment where difficult and important questions in the arena of mental health and human rights are discussed in a collaborative and multi-disciplinary environment.

Contro tutti gli eserciti e tutte le guerre - 17 giugno 2017 a Empoli

Casa del popolo delle Cascine
(via Meucci, 67 - vicino alla stazione fs)

 CONTRO TUTTI GLI ESERCITI E TUTTE LE GUERRE

Alle ore 17 Presentazione di :

"CORRENTI di GUERRA. Psichiatria militare e faradizzazione durante la Prima guerra mondiale.
A cura di Marco Rossi, autoprodotto dal Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud di Pisa

Partecipano l'Autore , il Collettivo antipsichiatrico Artaud e Ettore Pippi, per gli anarchici empolesi.

Organizzano il Centro Studi Libertari  Pietro Gori e la Federazione Anarchica Empolese

Per info:
artaudpisa.noblogs.org/ antipsichiatriapisa@inventati.org

lunedì 12 giugno 2017

SE MI ASCOLTI E MI CREDI - Il 26 giugno su Rai Storia - Un docu-film sulla vita del Dottor Giorgio Antonucci per la regia di Alberto Cavallini.

http://www.cinemaitaliano.info/news/41847/se-mi-ascolti-e-mi-credi-il-26-giugno-su.html

"Se Mi Ascolti e Mi Credi" è un docu-film sulla vita del Dottor Giorgio Antonucci in onda su Rai Storia il prossimo 26 giugno 2017.
Da un progetto di Laura Mileto è nata l'idea di raccontare la vita di questa persona straordinaria che ha dedicato tutta la propria esistenza, con tenacia e determinazione, combattendo contro la violenza e i metodi coercitivi adottati negli ospedali psichiatrici. Giorgio Antonucci amico e collega di Franco Basaglia era però, al contrario del collega più famoso, colui che in prima persona e direttamente si trovava sul campo. Questo documentario con varie parti sceneggiate ripercorre tutto il cammino del “dottore senza camice” come era solitamente chiamato Giorgio Antonucci.

Tortura: il 26 giugno '17 si esaminerà il ddl Tortura



La tortura è un crimine contro l'umanità ma non in Italia.
Ieri la conferenza dei capigruppo della Camera dei Deputati ha deciso che l'Aula esaminerà il ddl Tortura dal 26 giugno. Data fortemente simbolica dato che proprio il 26 giugno si celebra la giornata internazionale contro la tortura. Tuttavia, il testo che la Camera discuterà in quella data si allontana molto dall'articolo 1 della Convenzione delle Nazioni Unite. In Senato si è infatti tentato in tutti i modi di anestetizzare la fattispecie criminale al fine di renderla scarsamente applicabile nei confronti delle forze dell'ordine.
L'augurio è che il dibattito alla Camera sia migliore e più alto di quello ascoltato al Senato e che si possa arrivare ad avere nel nostro ordinamento il delitto di tortura nel rispetto dei contenuti dell'articolo 1 del Trattato Onu del 1984.

venerdì 9 giugno 2017

Ferdinado Imposimato: ...lede l'art 32 Costituzione che stabilisce: "nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario"

Signor Presidente Mattarella , il decreto del Consiglio Ministri che rende obbligatori 12 vaccinazioni per l’iscrizione a scuola è “incostituzionale”: lede l'art 32 Costituzione che stabilisce <<nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario>>. Il decreto deve essere fermato da Lei Presidente in base all'art 74. E' un modo per imporre tasse e oneri su famiglie meno abbienti. L'Italia è tra i dieci Paesi al mondo con mortalità infantile più bassa . Strumentalizzare il picco epidemiologioc del morbillo per imporre il decreto sul vaccino obbligatorio per le famiglie è inaccettabile ed incostituzionale. E' una tangente legalizzata . E' un fatto criminale. Ci opponiamo alle lobby farmaceutiche criminali . E il M5S cosa fa?La decisione del governo è contro " i protocolli europei che in tema di prevenzione vaccinale, indicano <<nell’informazione, raccomandazione, garanzie e coinvolgimento di tutti gli attori, i punti centrali di una politica efficace e concreta", Scendiamo in piazza per pacifica ma decisa forma di disobbedienza civile. No alle tangenti legalizzate.