mercoledì 5 dicembre 2018

Entrevista Tina Minkowitz Capacidad Jurídica

Entrevista Tina Minkowitz Discapacidad Psicosocial

THOMAS SZASZ. LA BATTAGLIA PER LA SALUTE (video 1 di 6). 1999

THOMAS SZASZ. LA BATTAGLIA PER LA SALUTE (video 2 di 6). 1999

THOMAS SZASZ. LA BATTAGLIA PER LA SALUTE (video 3 di 6). 1999

THOMAS SZASZ. LA BATTAGLIA PER LA SALUTE (video 4 di 6). 1999

THOMAS SZASZ e GIORGIO ANTONUCCI. LA BATTAGLIA PER LA SALUTE (video 5 di 6). 1999

THOMAS SZASZ. LA BATTAGLIA PER LA SALUTE (video 6 di 6). 1999

Lezione del 17 dicembre 1998 tenuta da Giorgio Antonucci. Introduce Mariella Borraccino Video 28 (b)

Lezione del 17 dicembre 1998 tenuta da Giorgio Antonucci. Introduce Mariella Borraccino. Video 27

Lezione del 17 dicembre 1998 tenuta da Giorgio Antonucci. Introduce Mariella Borraccino. Video 28 (a)

Lezione del 17 dicembre 1998 tenuta da Giorgio Antonucci. Introduce Mariella Borraccino. Video 29-30 (a)

lunedì 15 ottobre 2018

Per la Proibizione Assoluta del Trattamento Sanitario Obbligatorio - María Teresa Fernández Vázquez


articolo originale

di María Teresa Fernández Vázquez (Mexico)

Sommario dall'inglese:

In questo testo cerco di sostenere il mio supporto alla campagna da tre approcci diversi. In primo luogo, dal punto di vista umanistico e sociale, che vede la persona umana come un essere unico e irriducibile, la cui "inesauribile potenzialità dell'esistenza" [1] si sviluppa e può realizzarsi in infiniti modi ed espressioni, che sono tutti ugualmente importanti e preziosi. Per secoli, tuttavia, le persone con disabilità in generale, e le persone con disabilità psicosociali In particolare, sono state denigrate e messe da parte, e le loro espressioni sono state raramente riconosciute o approvate dalla grande maggioranza. Sia per ignoranza, che per paura, negligenza, sete di potere e di controllo, ecc, i governi e la società sono pronti a reprimere quei comportamenti umani che non si adattano ai parametri socialmente condivisi, già incorporati nelle norme indiscusse, nelle abitudini, nei simboli e negli stereotipi culturali. Quindi lo status quo viene mantenuto. Dovremmo considerare ogni tentativo di reprimere l'espressione umana come una forma di oppressione sociale e politica che non dovrebbe essere tollerata. Invece, la società dovrebbe essere aperta alla diversità umana e procedere insieme a tutti coloro che sono diversi; creare - mano nella mano con loro - nuove forme di interazione sociale e di convivenza.

venerdì 12 ottobre 2018

Manicomi chimici alla Blackout House in via Cecchi 21 A Torino con Robert Whitaker

Venerdì 12 ottobre
Manicomi chimici
alla Blackout House
in via Cecchi 21 A
Torino 
 
il collettivo antipsichiatrico Francesco Mastrogiovanni invita ad un incontro con Robert Whitaker, autore di "Indagine su un’epidemia. Lo straordinario aumento delle disabilità psichiatriche nell’epoca del boom degli psicofarmaci” e di “Mad in America”

Oggi il vero manicomio sono gli psicofarmaci.
Non più catene, muri e sbarre, ma neurotrasmettitori che regolano e tengono sotto controllo pensieri e azioni.
Ansiolitici, antidepressivi, stabilizzatori dell'umore e antipsicotici, le pastiglie che ci rendono normali, adatti alla produzione ed al consumo, disciplinati e accondiscendenti.
Lutto, tristezza, rabbia, timidezza, disattenzione… per la psichiatria non sono parte della vita di tutti ma patologie da curare con la pillola giusta.